La Rua: “Il nuovo album contiene tante nuove sfaccettature della musica italiana ed è un disco che va ascoltato live” le parole del frontman (l’INTERVISTA COMPLETA)

Il 26 aprile è uscito il loro nuovo album per Universal Music “Nessuno segna da solo” dal quale hanno estratto il singolo “Alta velocità” che, oltre ai nuovi inediti, racchiude anche i brani dell’EP del 2018 e sono reduci dal Sanremo Giovani World Tour che li ha portati a Bruxelles, Barcellona, Toronto, Buenos Aires, Sidney, Tokyo, Tunisi e San Pietroburgo.. stiamo parlando dei La Rua, la band capitanata da Daniele Incicco salita alla ribalta nel 2016 nel talent “Amici”.

“Nessuno segna da solo” è stato prodotto da Dario Dardust Faini e contiene 10 pezzi tra cui il featuring con Federica Carta, anche lei ex allieva di Amici.

TRACKLIST:
1. Finchè il cuore batte
2. Alla mia età si vola
3. Stella cometa
4. Alta velocità
5. I 90
6. Sull’orlo di una crisi d’amore feat. Federica Carta
7. E’ fantastico
8. Il doppio di tutto
9. Per motivi di insicurezza
10. Sull’orlo di una crisi d’amore

Di seguito l’audio completo di “Alta velocità”:

e lo streaming dell’album “Nessuno segna da solo”:

 

Ma chi sono i La Rua? Per chi ancora non ne ha mai (stranamente) sentito parlare vi scriviamo qualche riga a riguardo:
La band nasce ad Ascoli Piceno dal sodalizio artistico tra Daniele Incicco e il produttore Dario Faini ed è formata, oltre che dalla voce e tamburo di Daniele, da William D’Angelo (chitarre), Davide Fioravanti (pianoforte, fisarmonica, glockenspiel, synth), Nacor Fischetti (batteria, fx), Alessandro “Charlie” Mariani (banjo) e Matteo Grandoni (contrabbasso, basso).
Nel 2012 partecipa alle selezioni di Sanremo classificandosi tra i primi 30 artisti più votati nel contest Sanremo social e nel dicembre 2012 è prima nel concorso Area Sanremo.
Nel 2013 i La Rua aprono l’unica data italiana del tour degli Imagine Dragons a Milano. Nel 2015 pubblicano “La Rua” il loro primo album e nello stesso anno entrano a far parte della scuola di Amici di Maria De Filippi rimanendo nel programma fino a maggio 2016. Usciti dalla scuola firmano un contratto con l’Universal Music, per cui pubblicano il secondo album in studio “Sotto effetto di felicità”. Nel dicembre del 2016 partecipano alla trasmissione Sarà Sanremo con il brano “Tutta la vita questa vita”. Il brano viene eliminato da Massimo Ranieri, fatto che suscita polemiche durante la diretta televisiva e che per questo motivo Carlo Conti lo sceglie come sigla del Dopofestival 2017.
Il 23 marzo 2018 viene pubblicato il singolo “Sull’orlo di una crisi d’amore”, cantato in duetto con Federica Carta, che annuncia il loro nuovo album “Nessuno segna da solo” pubblicato il 6 luglio 2018.
Nel novembre dello stesso anno partecipano a Sanremo Giovani 2018 con il brano “Alla mia età si vola” classificandosi terzi a Sanremo Giovani.

Noi di PushPlay a qualche mese dall’uscita del nuovo disco abbiamo colto l’occasione di fare qualche domanda al frontman, ecco cosa ha raccontato nella nostra INTERVISTA:

1- Ciao Daniele, il 19 aprile è uscito il vostro nuovo singolo “Alta velocità”. Come descriveresti questo brano in tre parole e perchè?
Ci metterei energia, spensieratezza e amore. Amore perchè è una canzone che parla d’amore e ha un certo tipo di spensieratezza perchè parla dell’innamoramento quindi del colpo di fulmine, quella fase iniziale un po’ “terribile” che si vive e dalla quale difficilmente si riesce a tornare indietro e dove si fanno anche tante cavolate [N.d.R. ride]. Nel brano però c’è anche tutto il nostro mood di fare canzoni quindi di mettere il nostro stile musicale e artistico, i nostri cori, timpani e quindi c’è tutto il rispetto per quello che noi siamo e siamo sempre stati. 

2- “Alta velocità” fa parte del vostro ultimo album “Nessuno segna da solo”, cosa racchiude questo disco? Come lo racconteresti?
E’ un disco dove abbiamo fatto varie sperimentazioni a livello sonoro quindi si possono trovare canzoni più cariche a livello di arrangiamento, magari anche più moderne, e altre canzoni come “Per motivi di insicurezza”, scritta con Elisa Toffoli, che è una canzone totalmente emotiva che ha un altro obiettivo. L’album è stato prodotto da Dario Faini con il quale abbiamo fatto questo esperimento di cercare di rinfrescare il nostro sound. E’ un disco che va ascoltato e sentito dal vivo.

3- Ora siete impegnati col vostro tour qui in Italia, ma venite da una bellissima esperienza, quella del Sanremo Giovani World Tour che vi ha portati in Europa e fuori. Cosa vi ha lasciato questa avventura?
Sicuramente ci ha lasciato una consapevolezza nuova. Eravamo “vergini” nel nostro modo di fare musica, cioè non ci avevano mai visti, quindi abbiamo riscoperto quelle che erano le emozioni della prima volta che siamo andati sul palco, abbiamo riprovato un po’ quella sensazione iniziale quindi è stato molto molto figo. Ci ha fatto riassaporare la novità.

BOTTA E RISPOSTA 

4- Pezzo preferito del nuovo album?
“Stella cometa”

5- La prima canzone che hai scritto?
“Sogni umili”

6- Artista italiano preferito?
Luciano Ligabue 

7- Artista internazionale preferito?
Bruce Springsteen

8- Il primo album che hai comprato?
“Are you experienced” di Jimi Hendrix

9- La canzone che non smetteresti mai di ascoltare?
“The wrestler” di Bruce Springsteen

10- Il tuo genere musicale preferito?
Rock

11- Qual è stato il primo concerto a cui sei stato?
Uno di Luciano Ligabue

12- L’artista con il quale ti piacerebbe collaborare?
Elisa Toffoli

13- L’ultimo canzone che hai ascoltato?
“Coprimi le spalle” di Gazzelle

14- Una ragione per cui consiglieresti di comprare il vostro nuovo album?
Perchè è un viaggio all’interno del nostro mondo musicale, un viaggio sincero dove si possono trovare tante nuove sfaccettature della musica italiana

error

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*