“Alda Merini e i suoi aforismi mi hanno aiutato a scrivere un pezzo che racconta un po’ la vita di tutti noi”: Alessandro Pirolli parla del suo nuovo singolo (AUDIO COMPLETO+INTERVISTA)

E’ uscito sabato 19 gennaio “La mia vendetta felice”, il nuovo singolo del cantautore Alessandro Pirolli.
A un anno di distanza dal suo ultimo rilascio il sedicenne romano torna con un brano dal testo molto significativo, omaggio ad Alda Merini e alla vita.

“La mia vendetta felice” è prodotto da produzioni WhyNot, in collaborazione con Record Palex e l’arrangiamento e il mixaggio sono a cura di Nicola Valente.
Il singolo è inoltre l’inizio di una nuova avventura che vedrà protagonista un nuovo disco dai “mille suoni”, in uscita per la primavera, che sarà promosso da uno spettacolo inedito ed interattivo.

Di seguito l’audio completo di “La mia vendetta felice”

Vi lasciamo anche la nostra intervista al giovane cantautore:

Ciao Alessandro! Da pochi giorni è uscito il tuo nuovo singolo “La mia vendetta felice” che sappiamo essere un omaggio ad Alda Merini. Come mai quest’idea, perchè proprio Alda?
Ciao! Ho passato un 2018 molto difficile, sia dal punto di vista artistico che sentimentale, ho passato settimane chiuso nella mia cameretta a capire se ero veramente io a sbagliare e leggere gli aforismi di una poetessa come Alda, mi ha aiutato a scrivere questo pezzo che se pur molto diretto , descrive la vita un po di tutti.

2- In primavera uscirà inoltre il tuo album. Cosa dobbiamo aspettarci? Puoi anticiparci qualcosa?
Si! Tornerò in studio per finire le ultime voci i primi di febbraio. È un disco che avrà meno tracce rispetto al primo, ma è un disco che ho scritto con il cuore e c’è un lavoro enorme dietro che ha richiesto ore ed ore di lavoro. Non vedo l’ora di farlo ascoltare a tutti perché affronta un tema molto importante…l’amicizia! 

3- Sei un giovane cantante italiano, ma, come ben sai, molti artisti nostrani si cimentano anche a cantare in altre lingue come in spagnolo, inglese ecc. Tu preferisci esprimerti unicamente in italiano?
Allora…Sono del parere che se siamo cantanti italiani, dobbiamo in primis proporre al pubblico solo canzoni italiane, poi quel tocco in più “internazionale” ci può stare. Io personalmente ho sempre litigato con le lingue straniere , ma con il passar del tempo allargare i propri orizzonti è necessario!

4- Hai partecipato al programma “Ti lascio una canzone” su Rai Uno, che ricordi hai di quell’esperienza? 
Ricordi indimenticabili, l’emozione di cantare davanti a milioni di telespettatori! 

5- Ti piacerebbe partecipare ad altri talent show?
Sono sincero, ultimamente sono molto più concentrato sulla discografia e sul web, per ora non ne sento il bisogno, più in là chissà..

6- Sei molto giovane, hai infatti solo 16 anni, come ti senti ad essere già così fortunato a poter vivere il tuo sogno? 
È bellissimo e non è da tutti girare tanto con i propri progetti alla mia tenera età, anche se alcune volte si perdono persone per strada! 

7- E cosa ci puoi dire dell’Alessandro “persona” e non “cantante”? Come ti descriveresti?
Bella domanda. Se me l’avessi chiesto un anno fà non avrei saputo risponderti.
La Mia Vendetta Felice appunto, descrive anche molto me stesso…ho sempre scritto per “Altri” e mai per “me stesso” stavolta sentivo la necessità di mostrarmi anche per la persona che sono fuori dai riflettori. 

8- Hai un genere musicale che ascolti più volentieri?
Beh sono nato con il pop, ma sto allargando il mio bagaglio “musicale” e ultimamente mi sta influenzando molto l’R&B..Però La musica è tutta bella! Ahaha! 

9- Un’ultima domanda.. C’è un artista in particolare che ti ha ispirato e che magari ti continua ad accompagnare nel tuo percorso musicale?
Certo! Adoro David Bowie, il suo modo di vedere le cose e il suo modo di scrivere molto sul “chi va là”…Poi parliamoci chiaro, è stato una colonna portante per il mondo della musica. 
Peccato che il mio sogno di cantare con lui non si possa realizzare!

2 comments

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*